Blog

Ultime news e tanti consigli utili per aprire la tua nuova attività

Cuocipasta professionali: come sceglierli 

Soprattutto nel nostro Paese, all’interno del menù di un ristorante la pasta occupa un ruolo di primo piano. Spesso può essere considerata la vera Regina tra le pietanze servite ai clienti. Del resto la pasta è una delle protagoniste indiscusse della gastronomia italiana.

Prelibatezze come i tortellini, le lasagne alla bolognese, le tagliatelle sono conosciute e gustate praticamente in ogni angolo del Pianeta. Oltre alla maestria di chi prepara la pasta, per poter ottenere un risultato eccellente è necessario lavorarla in ogni suo dettaglio, grazie anche all’uso di specifici strumenti. È il caso dei cuocipasta professionali.

Che cosa sono i cuocipasta professionali

Quando si parla di strumenti come il cuocipasta professionale, l’immagine che deve apparire in mente è quella di grossi bollitori per l’acqua. Simili strumenti risultano estremamente utili per chiunque lavori nell’ambito della ristorazione e si trovi a preparare notevoli quantitativi di pasta, da dosare in porzioni diverse.

I cuocipasta professionali sono strutturati in modo tale da portare a bollore una grande quantità di acqua in un tempo inferiore rispetto alle classiche pentole a uso domestico. Questa caratteristica risulta essenziale per ottimizzare i tempi in cucina, consentendo di velocizzare il servizio in tavola. Un dettaglio molto importante in un qualsiasi locale di ristorazione, dove in genere c’è un continuo via vai di clienti.

Caratteristiche dei cuocipasta professionali

Un cuocipasta a uso professionale è completamente in acciaio Inox. Presenta delle grosse vasche, le cui dimensioni variano a seconda del modello. La struttura ricorda molto da vicino quella delle friggitrici, vista anche la dotazione di uno o più cestelli con manico che servono per far scolare la pasta una volta giunta a regolare cottura.

Nella sezione esterna, questa attrezzatura presenta inoltre una sorta di camino in cui sono convogliati i fumi di cottura. Trattandosi di una strumentazione realizzata in acciaio Inox, risulta molto igienica oltre che pulibile con una certa facilità.

Come scegliere un cuocipasta

Il mercato propone svariati modelli di cuocipasta che possono creare una certa confusione. Quali sono allora gli elementi da valutare nel momento in cui si procede con l’acquisto di una simile attrezzatura professionale? Vediamo insieme alcuni consigli pratici su come scegliere un cuocipasta a uso professionale.

Ovviamente la prima cosa da valutare con attenzione sono le specifiche necessità di lavoro, quindi, in concreto, il quantitativo medio di pasta che si cuoce ogni giorno. Prima di procedere con l’acquisto dell’attrezzatura è perciò opportuno calcolare con attenzione i coperti che si effettuano quotidianamente, in modo tale da selezionare una dimensione della vasca di cottura idonea per il quantitativo di lavoro da fronteggiare.

Una buona opzione è quella di scegliere modelli con più cestelli così da poter cuocere più tipologie di pasta simultaneamente. Ultimo dettaglio da valutare riguarda la scelta di un modello di cuocipasta da banco o mobile.

Nel caso specifico, la valutazione deve essere fatta sia in base agli spazi che si hanno a propria disposizione, sia alla tipologia di lavoro svolto. Quando ci si sposta spesso per cucinare, il cuocipasta da banco risulta quasi sempre più comodo.