Blog

Ultime news e tanti consigli utili per aprire la tua nuova attività

Pasta fresca da professionista: ecco quali errori devi evitare

Preparare la pasta fresca è facile: un uovo ogni 100 grammi di farina, impasti, stendi e tagli. Non ci vuole tanto, no? Eppure la pasta preparata da un professionista – o dalla nonna – ha un sapore che non riesci a ricreare. Probabilmente fai qualche errore di cui non ti rendi conto: andiamo a vedere quale potrebbe essere e come rimediare.

Nonostante le difficoltà, hai una passione viscerale per la pasta fresca? Potresti trasformare questa passione in un lavoro. Se stai cercando un possibile percorso professionale, valuta la possibilità di diventare tecnico pastaio o di aprire un negozio di pasta fresca in franchising. Negli ultimi paragrafi dell’articolo, vedremo cosa ti serve e come fare.

 

3 errori comuni quando si prepara la pasta fresca

La ricetta della pasta all’uovo classica è semplice ma ricca di insidie. Fretta e inesperienza possono spingerti a fare errori piccoli solo in apparenza. Vediamo come gestirli ed evitarli.

  1. Non far riposare la pasta. La fretta è cattiva consigliera. È la prima cosa che ti insegnano in qualsiasi corso per pastaio degno di questo nome. Quando impasti, devi lavorare gli ingredienti per almeno 10 minuti; dopo, devi lasciar riposare l’impasto per minimo 20 In questo modo si forma una bella maglia glutinica, che rende l’impasto elastico.
  2. Far seccare la pasta. Mentre l’impasto riposa, devi coprirlo con un panno umido o avvolgerlo nella pellicola. In questo modo rimane umido e puoi stenderlo senza che si spacchi. Solo in un caso va bene far seccare un po’ l’impasto, quando devi tagliarlo e trafilarlo a macchina. Se l’impasto è leggermente secco, la macchina lo taglia in maniera più netta.
  3. Stendere la pasta in modo disomogeneo. Immagina di avere metà tagliatella con uno spessore e metà tagliatella con un altro spessore: qual è il tempo di cottura giusto? Impossibile dirlo, dato che ogni parte della tagliatella dovrà cuocere per un lasso di tempo diverso. Una buona attrezzatura per pasta fresca ti può aiutare a stendere l’impasto in modo omogeneo, così da evitare il problema.

 

3 errori quando si prepara la pasta fresca senza glutine

Il glutine è un ingrediente fondamentale per preparare della buona pasta fresca. E se una persona è celiaca? La Casa della Farina organizza un corsi per pasta fresca tradizionale, ma anche un corso di pasta fresca senza glutine.

L’argomento è complesso, tanto da richiedere ore di studio per padroneggiarlo. In questa sede, però, possiamo analizzare qualche punto utile se ti vuoi cimentare nell’impresa. Quali sono gli errori più comuni, quando prepari la pasta senza glutine?

  1. Non denaturare la farina. Versa uno strato di farina in una testa e lasciala in forno per circa 3 ore a 90°C. Il processo si chiama denaturazione e serve a modificare la struttura delle proteine, creando qualcosa di simile al glutine. Non serve sempre, ma se lavori con le farine di legumi è quasi d’obbligo.
  2. Non tenere l’acqua a portata di mano. La capacità di assorbire i liquidi cambia a seconda del tipo di farina. Se stai sperimentando con farine di legumi e senza glutine, tieni sempre un po’ di acqua a portata di mano e versala con lentezza. In questo modo puoi cercare l’equilibrio ideale tra polveri e liquidi.
  3. Essere poco delicato. Senza glutine, l’impasto è più delicato ed è facile che si rompa mentre lo stendi o lo tiri. Anche per questo motivo, esiste una specifica attrezzatura per pasta fresca senza glutine. Inoltre, usare una macchina a parte riduce il rischio di contaminare l’impasto senza glutine con residui di impasto tradizionale.

 

Affina la tecnica con il corso per pastaio

Con i consigli di cui sopra puoi preparare dell’ottima pasta fresca casalinga, anche senza glutine. Se però vuoi aprire un negozio di pasta fresca in franchising, ti servono competenze molto più approfondite. Devi imparare a gestire tutte le possibili varianti, volute o non. Solo così puoi ottenere un risultato sempre impeccabile, anche quando cambi farina o usi uova con più albume del previsto.

Parlare di “corso per pastaio” al singolare è sbagliato. Ci sono tanti corsi per pasta fresca, a partire da quelli base per la pasta all’uovo e per la pasta secca. In entrambe le sedi, impari le tecniche principali e come usare l’attrezzatura per pasta fresca di un vero laboratorio. Una volta finito il corso, sei pronto per fare i primi passi come professionista e lavorare come tecnico pastaio. Se invece vuoi aprire un’attività tutta tua, ti conviene qualche passo in più.

Un corso di pasta fresca senza glutine è un ottimo modo per conquistare una fetta di mercato importante. Ti insegna quali farine usare e in che modo, combinandole per ottenere consistenze e sapori diversi. Un altro mercato in crescita è quello del biologico, che interessa anche il mondo della pasta fresca e che richiede un’ulteriore specializzazione.

 

La Casa della Farina, la casa dei corsi per pasta fresca

La Casa della Farina organizza un ampio ventaglio di corsi per pasta fresca a Milano. Con noi imparerai a preparare tagliatelle degne di tua nonna e molto altro. Ti insegneremo come scegliere le materie prime e come riconoscere quelle di qualità. In più, sarà un’occasione per familiarizzare con l’attrezzatura per pasta fresca professionale, difficile da trovare in una casa normale.

Una volta conclusi i corsi, ti puoi rivolgere a noi anche per aprire un negozio di pasta fresca in franchising. I nostri esperti ti aiuteranno a sbrigare tutte le pratiche burocratiche, arredare il negozio e attrezzare il laboratorio. Se vuoi saperne di più, contattaci.