Blog

Ultime news e tanti consigli utili per aprire la tua nuova attività

Come approcciarti ai clienti del panificio: qualche consiglio

Pane di alta qualità e ingredienti scelti sono caratteristiche necessarie ma non sufficienti per mettere in piedi una panetteria di successo. Per far prosperare la tua attività, ti serve capire chi sono i tipici clienti di un panificio e cosa cercando. Ciò ti permetterà di approcciarli in maniera più efficiente, con proposte mirate che rispondano alle loro necessità e ti facciano guadagnare.

In questo articolo ci concentreremo sui profili dei clienti attuali, su quello che cercano e su come fidelizzarli. Una panetteria di successo si distingue infatti per l’afflusso di clienti sempre nuovi ma, soprattutto, per lo zoccolo duro di clienti abituali.

 

Cos’è cambiato rispetto a vent’anni fa

Negli ultimi decenni lo stile di vita dell’italiano medio è cambiato moltissimo, rivoluzionando anche il mondo della panificazione. Le persone hanno sempre meno tempo per fare la spesa, di conseguenza comprano sempre meno pane fresco. Piuttosto che andare dal panettiere tutti i giorni, preferiscono comprare una busta di pane al supermercato una volta alla settimana.

I ritmi frenetici remano contro i piccoli imprenditori. I possibili clienti di un panificio hanno però subito altri cambiamenti, questa volta favorevoli a chi vuole aprire una panetteria artigianale.

Il cliente di oggi è:

  • esigente, preferisce sacrificare un po’ di quantità in nome della qualità. Tanti giovani adulti preferiscono mangiare meno pane, ma preparato con farine integrali e pasta madre;
  • attento alla salute e alla provenienza di ciò che mangia, come dimostrano i trend food salutistici in espansione nel 2019;
  • curioso, sempre in cerca di cibi nuovi da provare.

Queste tre cose bilanciano la fretta crescente e possono farti ottenere una panetteria di successo, se ben usate. Tenerle a mente ti aiuterà a comprendere cosa stanno cercando i tuoi clienti. Comprendere i bisogni dei tuoi clienti ti aiuterà a soddisfarli, fornendo loro un’esperienza positiva che getterà una buona luce sulla tua attività.

Per individuare i desideri (anche inespressi) dei tuoi possibili clienti devi però imparare a conoscerli.

 

Chi sono i tipici clienti di un panificio

Prima di aprire una panetteria artigianale o un qualsiasi tipo di attività, ti serve decidere qual è il tuo target. Il target è il gruppo di persone cui ti vuoi rivolgere principalmente, di cui vuoi soddisfare i bisogni. Il discorso è lungo e complesso; quando si parla dei clienti di un panificio, possiamo partire da tre tipi di clienti tipo.

  • Casalinghe e persone anziane, focalizzate in primis sul rapporto qualità/prezzo. Comprano soprattutto pane e altri prodotti per il consumo quotidiano.
  • Pendolari. Cercano un posto aperto la mattina presto o la sera tardi, così da poter comprare prima o dopo il lavoro. Spesso ne approfittano per comprare qualcosa da mangiare in pausa pranzo, come focacce e panini.
  • Studenti e giovani lavoratori. Sono il target più interessato a una panetteria innovativa e da vivere, che proponga panini light e preparati con ingredienti innovativi. Se intendi aprire una panetteria artigianale rivolta a loro, ti consigliamo un corso di panificazione con grani antichi.

Queste sono solo macrocategorie, che però aiutano a progettare l’ambiente del locale e a ripensare il tuo modo di porti. L’obiettivo è far sentire a casa i clienti del tuo panificio, affinché abbiano voglia di tornare.

 

A ciascuno il proprio beneficio

Avere un’idea precisa del target serve ad aprire una panetteria artigianale focalizzata su un certo tipo di bisogni. Ad esempio, ti permette di scegliere tra una panetteria innovativa e una più classica. Per fidelizzare un cliente, devi risolvere però un suo problema/necessità, fornendogli un beneficio personale. A questo scopo, ti serve imparare come rivolgerti a chi arriva in negozio.

Per lasciare un’impressione positiva e aumentare le possibilità di fare contento il cliente, segui questi punti.

  1. “Fai spazio” a chi arriva. Anche se stai facendo altro, saluta il cliente e prometti di essere da lui quanto prima.
  2. Osserva il cliente, in modo da capire se c’è qualcosa che ha attirato la sua attenzione.
  3. Fai domande per comprendere meglio i bisogni del cliente e coinvolgerlo emotivamente. Non essere invasivo e collegati alle richieste del cliente.
  4. Metti in luce i benefici del prodotto, partendo da quanto è emerso durante le domande.

 

Facciamo un esempio. Un cliente chiede informazioni su un pane integrale con semi di lino; chiede se contiene strutto.

Rispondi di no e chiedi se evita ingredienti di origine animale. Se risponde di sì, puoi approfittarne per proporre degli ottimi biscotti senza burro né uova. Se invece risponde di no, magari è solo attento alla linea. A quel punto, potrebbero interessargli prodotti dall’alto contenuto proteico e/o integrali.

 

La Casa della Farina: scopri come aprire una panetteria di successo

La nostra realtà propone un gran numero di servizi dedicati a chi desidera aprire una panetteria artigianale. Ti aiuteremo a individuare il tuo target ideale, in base ai tuoi desideri e alle tendenze della zona. Inoltre, ti daremo una mano ad arredare il locale con gusto e a un prezzo inferiore rispetto alla media, così da far sentire i tuoi clienti a casa.

Per saperne di più, contattaci; ti aspettiamo a Milano.

Con l’aiuto de La Casa della Farina, avrai una panetteria innovativa, con macchinari all’avanguardia e ben arredata. Per raggiungere il meritato successo ricorda però la cosa più importante di tutte: dedica a ciascun cliente un sorriso, tanta cortesia e un pizzico di empatia.